giovedì 15 febbraio 2018

Coppie Librose: Hazel e Gus (Colpa delle stelle)

Buongiorno a tutti carissimi heartreaders,
come va? E' iniziato bene questo giovedì? Nonostante S. Valentino sia passato, il tema del post di oggi resta l'amore romantico, quello con la A maiuscola, ovvero l'Amore libroso in cui noi heartreaders amiamo perderci e che rende migliori le nostre giornate. Sono certissima che anche anche a voi, come succede a me, capiti spesso di innamorarvi delle coppie di cui leggete e che abbiate una miriade di book boyfriend a cui avete regalato un pezzettino del vostro cuore! 

Ammettiamolo dai, dei personaggi di un libro ci si può davvero innamorare, siete d'accordo? 


Confidatemelo heartreaders, chi sono i book boyfriend del vostro cuore? Non siate timide, dai mettiamo tutte le carte in tavola.. di chi è quello sguardo che,  ad ogni rilettura, buca le pagine in cui è racchiuso? Ok inizio io, ma, visto che di book boyfriend ne ho un'infinità ve ne dirò giusto tre, ok? Se mi leggete sapete bene che il primo posto non può non andare a lui, il mio soldato, l'unico e meraviglioso Alexander Barrigton, il protagonista di quel kolossal indimenticabile che è il libro del mio cuore, ovvero "Il Cavaliere d'inverno" di Paullina Simons (QUI la mia recensione). A seguire, non posso non parlare di colui che mi ha tolto il respiro tante e tante volte, Warner, il protagonista maschile della serie  "Shatter me" di Tahere Mafi ( QUI abbiamo parlato di "Shatter me", QUI la mia recensione di "Unravel me", QUI la mia recensione di "Ignite me"). Vi dico solo "Ignite" ed ho detto tutto. Ed ora andiamo al mio terzo indimenticabile  book boyfriend, Augustus Waters, una delle due metà di una meravigliosa coppia librosa che rimarrà per sempre nel mio cuore ed è proprio di questa, si, che stiamo per parlare oggi heartreaders!

La mia carissima amica Susy, admin del blog I miei magici mondi, nonchè talentuosissima giovane autrice, mi ha coinvolta in un bellissimo evento a tema dal titolo "Coppie librose". Adoro partecipare a questi eventi organizzati da Susy perchè ci mette davvero il cuore e sceglie sempre argomenti che amo profondamente


Ringraziando ancora Susy per avermi coinvolta anche questa volta, sto quindi per parlarvi di una delle coppie librose che più amo, una di quelle che più mi ha emozionata e che custodirò per sempre nel cuore. Ho scelto infatti di parlavi di...

HAZEL E GUS, I PROTAGONISTI DI  
"COLPA DELLE STELLE" DI JOHN GREEN


Hazel e Gus formano una di quelle coppie che ricorderemo nel tempo, una di quelle coppie immortali che vivranno sempre e per sempre. Come Romeo e Giulietta, Hazel e Gus vivono un amore avversato dalle stelle ma non per questo meno vero. L'amore tra Hazel e Gus è uno dei più puri, uno dei più veri ed uno dei più profondi, ecco perchè ho scelto di parlare di loro!



Colpa delle stelle
John Green

Editore: Rizzoli
Prezzo: Rigido 13,00€ Ebook 2,99€
Pagine: 352
Serie: Autoconclusivo

Trama: Hazel ha sedici anni, ma ha già alle spalle un vero miracolo: grazie a un farmaco sperimentale, la malattia che anni prima le hanno diagnosticato è ora in regressione. Ha però anche imparato che i miracoli si pagano: mentre lei rimbalzava tra corse in ospedale e lunghe degenze, il mondo correva veloce, lasciandola indietro, sola e fuori sincrono rispetto alle sue coetanee, con una vita in frantumi in cui i pezzi non si incastrano più. Un giorno però il destino le fa incontrare Augustus, affascinante compagno di sventure che la travolge con la sua fame di vita, di passioni, di risate, e le dimostra che il mondo non si è fermato, insieme possono riacciuffarlo. Ma come un peccato originale, come una colpa scritta nelle stelle avverse sotto cui Hazel e Augustus sono nati, il tempo che hanno a disposizione è un miracolo, e in quanto tale andrà pagato. 



Colpa delle stelle per me resta l'indiscusso ed indimenticabile capolavoro di John Green, uno di quei libri talmente preziosi che restano intoccabili nel tempo. E' come se Colpa delle stelle fosse custodito in una teca di cristallo nell'aula magna del mio cuore. Mille sensori a raggi x per proteggere quello che secondo me è uno dei tesori più preziosi. 
Non è colpa tua, Hazel Grace. Siamo tutti solo effetti collaterali, giusto?» «Cirripedi attaccati alla nave mercantile della coscienza» ho detto, citando Un'imperiale afflizione. «Okay» ha detto lui. «Devo andare a dormire. È quasi l'una.» «Okay» ho detto. «Okay» ha detto. Ho fatto una risatina e ho detto: «Okay.» E a quel punto silenzio, ma non abbiamo messo giù. Mi sembrava quasi di averlo lì nella stanza con me… Però no, era anche meglio: come se io non fossi nella mia stanza e lui non fosse nella sua, ma ci trovassimo invece insieme in un invisibile, impalpabile terzo spazio, che si poteva raggiungere solo via telefono.
«Okay» ha detto lui dopo un'eternità. «Forse okay sarà il nostro sempre.» «Okay» ho detto. 
I libri sono mondi magici, o meglio, sono varchi che conducono a mondi magici e, già  solo per questo, sono veri e propri tesori preziosi. Quando poi uno di questi libri, oltre a condurci per mano in un altro mondo, ci offre anche degli spunti che migliorano la nostra vita nel mondo in cui viviamo quotidianamente, beh, a mio avviso abbiamo tra le mani un vero tesoro inestimabile. E' questo ciò che fa, ad ogni rilettura, Colpa delle stelle, mi aiuta a vivere la vita in modo migliore, mi ricorda quanto possa essere meravigliosa, che inimmaginabile dono sia e come non si debba sprecarla. Neanche un solo attimo. Mai. Perchè "alcuni infiniti sono più piccoli di altri infiniti" e nessuno mai dovrebbe sprecare neanche un minuto del proprio magico, preziosissimo, inestimabile infinito. All'interno di ogni infinito vi è un "per sempre" ed è questo che lo rende magico, che lo rende unico, che lo rende immortale... l'Amore.




Davvero c'è qualcuno di voi che non conosce la storia di Hazel Grace Lancaster ed Augustus Waters? Davvero? Davvero? Naa.. non ci credo, è una storia che parla direttamente al cuore, non potete averla persa ma, se così non fosse, vi consiglio assolutamente di rimediare ed intanto cerco di introdurvi nel piccolo, immenso, infinito di Hazel e Gus.

mercoledì 14 febbraio 2018

W.... W... W... Wednesday!!!

Buon pomeriggio a tutti carissimi heartreaders,
dopo la recensione adorante del meraviglioso "Il cielo è ovunque" di Jandy Nelson che ho postato stamattina (qui), eccomi nuovamente da voi per rispettare il nostro appuntamento del mercoledì in cui facciamo il punto della situazione delle nostre letture passate, presenti e future.

Devo ammettere che in questo periodo non sono affatto ordinata con la TBR che sinceramente è stata recentemente una scheggia impazzita. Come vedrete se continuerete a leggere questo post, ho iniziato ben due nuovi libri ma non ne ho completato nessuno! Non è che non mi stiano prendendo eh, soprattutto "Il sole è anche una stella" mi sta piacendo, però ciò che mi rallenta è il formato. Ho il cartaceo di questo libro e quindi non posso leggerlo di mattina presto sotto le coperte perchè, accendendo l'abat jour, sveglierei Marito e Figlia. Ecco il motivo per cui sto andando così a rilento con questo secondo young adult firmato da Nicola Yoon ma conto di riuscire a finirlo entro la settimana. Certo che è pazzesco però, chi me lo doveva andare a dire che avrei avuto problemi a leggere in cartaceo?! Non ci avrei creduto assolutamente se qualcuno me lo avesse detto qualche anno fa!

Ma comunque...meglio andare al sodo perchè, essendo mercoledì appunto, torna puntuale l'appuntamento con la  "W.... W... W... Wednesdays", ovvero la rubrica inventata da MizB del Blog Should Be Reading in cui ogni mercoledì vi aggiorno sulle mie letture rispondendo a tre domande:


    What are you currently reading? (Cosa stai leggendo?)
What did you recently finish reading? (Quale libro hai appena finito?)
What do you think you'll reading next? (Quale sarà la tua prossima lettura?)



Siete pronti? Iniziamo!


   What are you currently reading? (Cosa stai leggendo?)




Ben tre libri in lettura, incredibile! "Il sole è anche una stella" mi sta piacendo e, come vi ho detto in apertura del post, conto di finirlo entro il weekend.

"Roseblood" lo sto leggendo in anteprima grazie alla mia partecipazione al Blog Tour ufficiale, l'appuntamento è per il 26 Febbraio per saperne di più!

Anche "Firefly" lo sto leggendo in vista del Blog Tour a cui partecipo, l'ho appena iniziato ma intanto posso dirvi che la cover mi piace molto, appuntamento al 23 Febbraio per il BT ed a seguire la recensione.

Novità - Questa volta leggo.... "Il cielo è ovunque" di Jandy Nelson (Recensione)

Buongiorno a tutti carissimi heartreaders,

E' iniziata bene questa giornata di cuoricini e cioccolatini? Festeggerete la Festa degli Innamorati? Avete in programma qualcosa di speciale? Questo sarà il primo S. Valentino in cui avrò ben due persone da coccolare. No, non sono impazzita heartreaders! Quest'anno sarà il primo San Valentino in cui dovrò pensare a ricoprire di coccole sia Marito che Figlia, il mio cuore batte per entrambi, dunque, dovrò escogitare qualcosa per far felici tutti e due assolutamente. Ce la farò, vedrete.. Intanto ho in programma di sfornare una bella tortina, la tortiera a forma di cuore è già imburrata e infarinata ma non spifferatelo in giro.. è una sorpresa!

La giornata però non è speciale solo per la Festa degli Innamorati ma anche per un'altro motivo e cioè perchè proprio oggi qui nel Regno dei libri approda una nuova rubrica a cadenza mensile. Nata da un'idea de La lettrice sulle nuvole (la mitica Chiara) e La Libridinosa (la grande Laura), Questa volta leggo... coinvolge moltissime blogger che, come me, di mese in mese sceglieranno una lettura diversa da recensire sul proprio blog. 


Ogni mese noi tutte sceglieremo un libro in base ad un tema comune che sarà diverso di volta in volta. Alla fine del post aggiungerò il calendario del mese in corso con le date ed i nomi dei blog che aderiscono alla rubrica, non perdetevi nessuna recensione! Io ho già pronte carta e penna per segnarmi i consigli librosi delle mie colleghe, sono certa che così conoscerò molti imperdibili libri che negli anni mi sono lasciata indietro!

Il tema che abbiamo scelto per inaugurare la nostra nuova rubrica è "Un libro ricevuto a Natale", dunque la mia preferenza è andata ad un libro che non vedevo l'ora di avere tra le mani da molto tempo, ovvero: "Il cielo è ovunque " di Jandy Nelson che quest'anno mi hanno fatto trovare sotto l'albero i miei genitori. Grazie quindi a mamma e papà!



Il cielo è ovunque
Jandy Nelson

Editore: Rizzoli
Prezzo: Rigido 14,87€ Ebook 8,99
Pagine: 251
Serie: Autoconclusivo

Trama: Lennie, 16 anni, ha sempre vissuto dietro le quinte, ben contenta di lasciare le luci dei riflettori alla sorella maggiore Bailey. Così, quando quest'ultima muore all'improvviso, Lennie si ritrova scaraventata in un mondo di cui non ha mappe né riferimenti, completamente alla deriva. Per tenere ferma la barca della vita, Lennie si rende conto di aver bisogno di cose molte diverse, praticamente opposte, che solo due persone sembrano capaci di offrirle: Toby, l'ex ragazzo di Bailey, è l'unico che capisce il suo dolore, e Joe, che si è appena trasferito in città, ha da regalarle quella energia e quella musica che lei teme di aver perso per sempre. Ma sole e luna non possono stare nello stesso cielo, e Lennie si ritroverà a dover affrontare il più antico dei dilemmi: stare accovacciati di fronte alla piccola luce di un fuoco che muore, o prendere il coraggio a due mani e alzarsi ad affrontare il buio, in cerca di una luce più grande?. 


💖 Recensione ðŸ’–

Aspettavo di poter leggere questo libro da anni. Ne ho sentito parlare tanto e sempre in toni entusiasti e così le aspettative sono volate alle stelle. In questi casi, generalmente mi capita di rimanere delusa dalla lettura. Bene, "Il cielo è ovunque" credo possa dirsi l'eccezione che conferma la regola. Si, perchè Jandy Nelson ha fatto centro, eccome se lo ha fatto! Da vera Robin Hood, abile arciere qual'è, ha mirato al mio cuore e vi ha scoccato una freccia infuocata. Wow, wow ed ancora wow. Lo stile di Jandy mira al cuore e lo incendia di emozioni, i suoi personaggi bucano la pagina e ti rimangono dentro. Chapeau Jandy, ci sei riuscita un'altra volta!
"Ho sentito dire che ogni volta che una persona muore, un'intera biblioteca va in fiamme"
Il mio incontro con la Nelson risale al 2016 quando mi sono imbattuta in "Ti darò il sole" (QUI la mia recensione), un libro che letteralmente trasuda sentimenti, emozioni e cuore; una lettura che, ancora adesso, sento dentro. Una tavolozza di colori, ecco cos'è quel libro! 

Avevo adorato lo stile della Nelson, tant'è che ho cercato per mari e per monti la sua prima pubblicazione che qui in Italia aveva visto la luce anni prima con il titolo originale di "The sky is everywhere". Introvabile. Semplicemente introvabile. Tutte le librerie (fisiche ed on line) lo davano per esaurito; l'ho cercato in tutte le bancarelle, ho spulciato tutti i mercatini in cui mi sono imbattuta. Tutto vano. "The sky is everywhere" era introvabile. Poi la notizia che la Rizzoli stava per pubblicare il primo libro di Jandy con il titolo "Il cielo è ovunque". Non ho esitato un attimo, doveva essere mio! E così, eccolo lì, impacchettato e infiocchettato sotto l'albero di Natale!

"Il cielo è ovunque" si è davvero rivelato uno dei migliori young adult mai letti, mi ha caricato di emozioni e mi ha fatto conoscere Lennie, un personaggio che difficilmente dimenticherò.

martedì 13 febbraio 2018

Anteprima:"Maybe Now" di Colleen Hoover, l'attesissimo sequel di "Forse, un giorno"

Buongiorno a tutti heartreaders,
buon martedì grasso! Come va? Avete iniziato bene la giornata? Come sapete, io sono mattiniera e sono già qui a scrivervi in compagnia della mia tazzona di caffè - latte quale fidata amica.

La notizia di oggi è di quelle che portano euforia ai massimi livelli ma anche una notevole dose di tremarella alle ginocchia. Vi avverto, potreste saltare dalla gioia per ore e poi fermarvi e chiedervi "si, però...." e poi aggiungere subito "ma perchè?!".

Sono criptica? Ok, vi racconto tutto. Avete presente quell'autrice che noi tutti amiamo? Vi do un piccolo indizio, il suo nome è Colleen. Di quale Colleen parlo? Ma della Hoover ovviamente! Colleen Hoover è amatissima dai lettori di tutto il mondo perchè possiede uno stile narrativo capace di spezzare un cuore per poi ricostruirlo in una versione migliorata e corretta, per questo motivo Coolleen è per molti la vera Regina dei Cuori

Se mi seguite sapete anche che io personalmente la amo da quando ho letto quello che per me è il suo capolavoro (ma, attenzione, non ho ancora letto tutta la sua bibliografia quindi in futuro potrei anche cambiare il mio podio!) ovvero "Maybe Someday" approdato in Italia grazie alla Leggereditore con il titolo "Forse, un giorno".

La particolarità di quel libro (oltre ad essere emozionantissimo ed avere dei protagonisti indimenticabili) stava nel fatto che la Hoover, in collaborazione con Griffin Peterson, aveva dato vita ad una vera colonna sonora del romanzo da ascoltare passo passo. Praticamente era come se sentissimo la vera voce di Ridge, il protagonista, mentre cantava le sue canzoni. Emozione a mille, ho ancora la pelle d'oca se ci ripenso!


Incapaci di dire addio a Ridge e Sidney, in molti abbiamo chiesto un degno sequel a Colleen che ci regalò invece una novella collegata, "Maybe not", mai tradotta in italiano. Ma "Maybe not" non parlava di Ridge e Sid, bensì Bridgette e Warren.

  

Recentemente, voci di corridoio dicevano che la Hoover stava accontentando i suoi tantissimi fan e stava scrivendo il sequel di "Forse, un giorno". Ed ora bang.... la notiziona ufficiale: il sequel arriverà ed ha già un titolo ed una cover ufficiale!

"MAYBE NOW"


What is most important? Friendship, loyalty or love? Colleen Hoover and Griffin Peterson collaborate once again to bring fans of Maybe Someday back into the musical world of Ridge and Sydney. And Maggie. And Warren and Bridgette.

lunedì 12 febbraio 2018

Parole tra i libri #5

Buongiorno a tutti carissimi heartreaders,
com'è andato questo weekend di Carnevale? E' una festa che vi piace? A me si devo dire. Adoravo vestirmi in maschera da piccola ed anche da grande mi sono mascherata qualche volta. L'ultima ero una piratessa ed il mio Jack Sparrow era colui che sarebbe diventato mio marito... bei ricordi davvero! Non faccio parte della schiera di chi sostiene che le maschere annullino il nostro vero io e questo per due motivi, il primo perchè le maschere che ci costruiamo da soli e non quelle colorate che compriamo, a mio avviso, sono quelle più pericolose e secondo, perchè, se per una notte all'anno si gioca ad essere principesse, piratesse, coccinelle o geishe, io non ci vedo niente di male ma solo una festa ed un po' di divertimento! 



Quest'anno però sarà anche il primo Carnevale di Alessia e sapete quale costume abbiamo scelto per l'occasione?

Quello di Belle!

E' stato un regalo degli zii che questa estate sono andati a Disneyland a Parigi e le hanno portato questo bel pensiero. Ancora non sapevamo che la preferenza di Alessia sarebbe andata a Frozen (purtroppo non sembra apprezzare ancora La Bella e la Bestia con sommo dispiacere di papà e mamma che invece adorano questa favola), quindi non so proprio se in futuro mi ricapiterà di vedere la mia Ale indossare il bellissimo vestito giallo di Belle, ad ogni modo però...

...quest'anno lei è la mia Belle!

 Chissà quale costume sceglierà da sola l'anno prossimo..



Ed ora direi che è proprio tempo di dedicarci alla rubrica librosa di oggi, che ne dite? Come sempre mi sono un  po' persa in chiacchiere! Essendo il secondo lunedì del mese torna puntuale l'appuntamento con Parole tra i libri.


Questa rubrica trae liberamente ispirazione da "Io e te come un romanzo" di Cath Crowley. Nel caso non aveste letto il romanzo in questione (qui la mia recensione)  lascerò che  sia la stessa autrice a parlarvi della Biblioteca delle lettere alla quale la nostra rubrica si ispira:

"La Biblioteca è ciò per cui è famosa la Howling Books, almeno a livello locale. Ogni tanto, sulle guide online della città, la segnalano come una delle cose da vedere assolutamente.
Si trova sul retro, vicino alle scale che conducono al nostro appartamento, separata dal resto della scaffalatura. Dentro ci teniamo copie di libri particolarmente amati: narrativa, saggistica, romanzi rosa e di fantascienza, poesia e atlanti e manuali di cucina. I clienti possono scriverci sopra. Possono cerchiare le parole che amano, evidenziare le frasi. Possono lasciare delle note ai margini, appuntare riflessioni sul significato delle cose. Abbiamo dovuto procurarci più copie di libri di autori come Tom Stoppard e John Green, perché Rosencrantz e Guildenstern sono morti e Colpa delle stelle sono pieni di appunti dei lettori. Si chiama Biblioteca delle lettere perché molte persone non si limitano a scrivere una nota a margine: scrivono lettere intere e le mettono tra le pagine dei libri. Lettere ai poeti, agli ex che non hanno più restituito la loro copia di Alta fedeltà. Per lo più, le persone scrivono a perfetti sconosciuti che amano i loro stessi libri: e qualche perfetto sconosciuto, da chissà dove, risponde."

Ogni secondo lunedì del mese io e le amiche con cui abbiamo dato vita a questa rubrica sceglieremo una citazione alla quale siamo affezionate o che ci ha colpito molto e, come glossando il libro dal quale è tratta, per ogni citazione scriveremo ogni mese qualcosa di personale al riguardo: una lettera ad un'amica, ad un familiare, ad un ex, oppure a noi stesse, come fosse una pagina del nostro diario. Insomma in ogni post di sicuro ci sarà un po' di noi. Vi basterà leggere tra le righe o, visto il caso, fra le pagine!

Da questo mese siamo in sette a partecipare a questa avventura, si è unita a noi la carissima Sonia admin del bellissimo blog Il salotto del gatto libraio e non potremmo esserne tutte più felici, benvenuta Sonia!  


Ecco le mie amiche:

Jessica (Ink) - The Ink Spell


Ed ora siete pronti a scoprire la citazione che ho scelto oggi?


venerdì 9 febbraio 2018

Recensione: "A thousand boy - kisses" di Tillie Cole (English Edition)

Buongiorno a tutti carissimi heartreaders,
come vedete dal titolo del post sto per recensire la mia prima lettura in lingua e ne sono ovviamente felicissima, un vero traguardo per me del quale sono orgogliosisima! Se avete letto il mio post del mercoledì (qui se ve lo foste persi) in cui ho fatto il punto della situazione sulle mie letture, sapete già quanto tutto ciò mi abbia emozionata e chi devo ringraziare per avermi spronata e supportata. Magari per molti di voi sarà una piccolissima cosa però per me vuol dire tanto, perchè così ho finalmente raggiunto un obiettivo che mi ero prefissata subito dopo l'apertura del blog e che, invece, ho mancato per ben due anni. Avere al fianco una vera amica che crede in me anche quando non ci credo neanche io stessa, beh, ha fatto miracoli!




E' stata Ink ad incoraggiarmi a provare regalandomi anche il libro giusto. Quanto mi conosca bene è strabiliante davvero, soprattutto se contiamo il fatto che non ci siamo ancora mai viste di persona, ma vedrete che ce la faremo prima o poi, di sicuro però mi conosce meglio di molte persone che vedo quotidianamente! Grazie Ink sei una vera grande amica ed io sono fortunata ad averti accanto, ti voglio bene amica mia!




Ed ora siete pronti a parlare di "A thousand boy kisses" di Tillie Cole?



A thousand boy kisses
Tillie Cole

Editore: Autopubblicato
Prezzo: Rigido 12,48€ Ebook 3,59€
Pagine: 352
Serie: Autoconclusivo

Trama: One kiss lasts a moment. But a thousand kisses can last a lifetime. One boy. One girl. A bond that is forged in an instant and cherished for a decade. A bond that neither time nor distance can break. A bond that will last forever. Or so they believe. . 

(Obiettivo raggiunto della 52 Book Challenge: Un libro con una bellissima copertina)


💖 Recensione ðŸ’–


Lo ammetto, la prima cosa che mi ha attratta di questo libro è stata la cover che personalmente adoro. Sia i colori pastello che questo misterioso vasetto contenente un cuore di cartoncino rosa mi hanno attratta come le più potenti calamite. Poi ho letto la trama ed ho subito sentito che dovevo leggere questo libro. Ah si poi, come se non bastasse, Ink e Susy  hanno condiviso delle opinioni talmente positive su questo libro che non ho avuto scampo. A thousand boy kisses mi tornava sempre davanti agli occhi, incredibile quanto fosse insistente! Ma c'era il problema della lingua, questo young adult non è ancora stato tradotto in Italia (anche se voci di corridoio mi fanno ben sperare) e dunque ho scritto ad Ink in privato e le ho chiesto "secondo te ce la potrei fare?". Telegram ha bippato subito ed ho letto un "si" netto, è così che ho iniziato a crederci. Ink mi ha anche regalato il libro e, niente, ho cliccato sul mio personale "start" e non mi sono più fermata!
"For believers in true, epic, soul-shattering love. This one’s for you."

Tillie Cole mi ha presa al cuore e l'ha tenuto fra le mani durante tutta la lettura. Ho sorriso, mi sono emozionata, mi sono commossa ed ho pianto. Ho pianto davvero, lacrime vere.

A thousand boy kissess racconta una storia d'amore tenerissima, nata quando Poppy e Rune sono due bimbi di 5 anni. Rune si è appena trasferito in Georgia dalla nativa Norvegia. Poppy è la bimba che abita nella casa accanto. 


Si incontrano ed è subito il big bang, l'avventura inizia così, con i sorrisi ingenui di due bimbi che si incontrano. 

Passano gli anni ed i due bimbi crescono insieme, li seguiamo attraverso gli anni ed assistiamo a come una tenera amicizia inizi a profumare d'amore.
“I think hearts beat a rhythm like a song. I think, that just like music, we’re drawn to a particular melody. I heard your heart’s song, and yours heard mine.”
Il titolo del libro, A thousand boy kisses, rivela il cuore di una storia tenera e struggente. Un'idea così bella che mi emozionata.


mercoledì 7 febbraio 2018

W.... W... W... Wednesday!!!

Buongiorno  tutti carissimi heartreaders,
pronti ad una notiziona stratosferica? Va bene, ridimensiono, non sto partendo per Marte. E' una notizia bella grande però per me. Ora vi racconto tutto per bene! Essendo mercoledì è tempo di fare insieme il punto della situazione sulle nostre letture. E fin qui tutto nella norma ok, se però date una sbirciatina alle letture appena concluse troverete una sorpresa. 
Zitta zitta, questa settimana ho raggiunto un obiettivo a cui tenevo molto e che mi è stato impossibile da raggiungere negli ultimi due anni. Quale? Sono riuscita a leggere un intero libro in lingua!!! 

Fuochi d'artificio e coriandoli, per essere attuali con periodo carnevalesco! Sconvolti? Non più di me stessa, ve l'assicuro! 

Una persona però non si è sconvolta, sapete chi? La mia insostituibile amica Ink! E' stata lei a spronarmi ed a credere che ce la potessi fare

Io ero tutta un "mi piacerebbe ma figurati se riesco con la concentrazione al minimo che ho.." e via di lagne e paturnie (si, io mi lagno abbastanza.. sorry Ink!) comunque, sapete che ha fatto? Mi ha regalato quel libro secondo lei mi sarebbe piaciuto da matti e... ce l'ho fatta! In pochissimi giorni ho letto il mio primo libro in lingua e dire che ne sono felicissima è poco! Se non ci fosse stata Ink a spronarmi non ci avrei neanche provato, sapete? Si, perchè quando neanche te stessa credi di potercela fare ma hai accanto dei veri amici ti danno il loro supporto, anche le cose che sembrano impossibili diventano possibili! 


Ho superato un mio limite quindi e solo grazie all'amica migliore del mondo!

💕 GRAZIE INK! 💕



Bene, dopo questa premessa quindi, fra le letture appena concluse troverete il mio primo libro in lingua, ovvero "A thousand boy kisses" di Tillie Cole, e presto arriverà anche la recensione, ho iniziato a scriverla ieri e spero di postarla entro il weekend!

Ed ora direi proprio di introdurre la rubrica di oggi e di spulciare finalmente le nostre letture, che ne dite? Bene, essendo mercoledì, torna puntuale l'appuntamento con la  "W.... W... W... Wednesdays", ovvero la rubrica inventata da MizB del Blog Should Be Reading in cui ogni mercoledì vi aggiorno sulle mie letture rispondendo a tre domande:

   What are you currently reading? (Cosa stai leggendo?)
What did you recently finish reading? (Quale libro hai appena finito?)
What do you think you'll reading next? (Quale sarà la tua prossima lettura?)



Siete pronti? Iniziamo!


  What are you currently reading? (Cosa stai leggendo?)



E' lo stesso libro della scorsa settimana perchè poi ho iniziato "A thousand boy kisses" e non c'è stata storia per nessuno, quindi solo adesso riprendo in mano il libro della Yoon, in ogni caso avevo letto solo una prima ventina di pagine quindi, per ora, non mi esprimo!